Catechesi

<<Diventare collaboratori dello Spirito per la felicità degli uomini è motivo di grande soddisfazione. In questa luce siamo chiamati a guardare all’impegno che la nostra Diocesi intende assumersi nei confronti dei ragazzi, cioè a quella iniziazione cristiana sulla quale da tempo stiamo concentrando la nostra attenzione … >> (Ufficio Servizio per la catechesi, Diocesi di Milano, giugno 2016)

 

  • Gli Orientamenti pastorali della CEI fanno la seguente osservazione:

«Gli stessi fanciulli battezzati hanno bisogno di essere interpellati dall’annuncio del Vangelo nel momento in cui iniziano il loro cammino catechistico. L’incontro con i catechisti diviene per i fanciulli una vera e propria occasione di «prima evangelizzazione». È importante che venga annunciato loro il Vangelo della vita buona, bella e beata che i cristiani possono vivere sulle tracce del Signore Gesù» (Orientamenti Pastorali CEI, n° 57).

  • Il documento appena promulgato dalla CEI sul volto missionario della parrocchia, afferma:

«Non si può più dare per scontato che si sappia chi è Gesù Cristo, che si conosca il vangelo, che si abbia una qualche esperienza di Chiesa. Vale per i fanciulli, ragazzi, giovani e adulti; vale per la nostra gente e, ovviamente, per tanti immigrati, provenienti da altre culture e religioni. C’è bisogno di un rinnovato primo annuncio della fede. È compito della Chiesa in quanto tale, e ricade su ogni cristiano, discepolo e quindi testimone di Cristo; tocca in modo particolare le parrocchie. Di primo annuncio vanno innervate tutte le azioni pastorali» (n. 6)

(fratel Enzo Biemmi)